Cerca

La spazzolatura. Tutti i benefici di questo antico sapere

Nell’800 l’abate e medico Sebastian Kneipp studió l’idroterapia e creó la spazzolatura provando su se stessi enormi benefici.


Malato di TBC, dopo aver provato diverse cure che non funzionarono, decide di testare ciò che aveva letto ne libro "Lezione sulla forza guaritrice dell'acqua fresca" di Johann Siegmund Hahn.

Ogni giorno si tuffava nelle acque gelide del Danubio e correva poi verso casa ed contrastare il freddo acquisito.


Dopo sei mesi, guarì completamente dalla TBC.

Ecco che allora decise di studiare e approfondire la medicina naturale.

La spazzolatura è una tecnica naturale che ha creato Sebastian Kneipp ed ha numerosi benefici sulla salute generale di una persona.


Basta eseguire questa pratica tutti i giorni per almeno 5/10 minuti al giorno e i risultati non tarderanno a farsi notare!


Che cosa è la spazzolatura?

Una tecnica naturale che viene effettuata su tutto il corpo con acqua e spazzole di setole naturali


Che benefici ha la spazzolatura?

Tantissimi. Andando a stimolare tutto il corpo le risposte sono quindi svariate. Agisce su:

-pelle

-ossigenazione dei tessuti

-circolazione

-sistema linfatico

-sistema immunitario

-intestino

-umore

-meridiani

-energia


Sulla pelle sono visibili i primi effetti. Questa di arrossa (non deve infiammarsi, ma solo ossigenasti grazie all’azione meccanica delle spazzole) e si ossigena.


La spazzolatura ha una azione esfoliante sulla pelle rendendola più tonica, più compatta, più ossigenata e di conseguenza parliamo anche di cellulite.


La spazzolatura riesce a diminuire, o comunque migliorare, la cosiddetta cellulite che è un ristagno linfatico e di circolazione nel corpo.

La circolazione di tutto il corpo è attivata per cui le gambe saranno meno gonfie, ma anche la pancia e di conseguenza l’intestino.


Tutto il sistema linfatico insieme a quello circolatorio traggono un grande beneficio dalla spazzolatura.


Le tossine e gli scarti presenti nel corpo vengono aiutati ad essere eliminati.


Migliora quindi anche l’intestino e di conseguenza sia l’umore che il sistema immunitario, perché ricordiamo che entrambi sono collegati proprio alla nostra pancia!


Ovviamente quindi, agendo sul corpo agiamo anche sui meridiani e sulla nostra energia.

La spazzolatura aiuta a ritrovare più benessere generale ed energia fisica.


Che tipo di spazzola si usa?

Spazzole naturali, in materiale naturale. Ce ne sono davvero di tutti i tipi oramai, ma l’importante è che siano di setole dure e naturali.

Ecco quale link e marca dove poterle comprare.

(No, non ho vantaggi da indicarvi queste, ma solo esperienze personali!)


https://www.amazon.it/dp/B0895QVCRH/ref=cm_sw_r_cp_api_fabc_y3g.Fb9FTFDA0?_encoding=UTF8&psc=1 https://www.amazon.it/dp/B07HM1KMKM/ref=cm_sw_r_cp_api_fabc_23g.Fb93PZ34M?_encoding=UTF8&psc=1


https://www.amazon.it/dp/B07YXNMB3L/ref=cm_sw_r_cp_api_fabc_B4g.Fb41ZFCH9?_encoding=UTF8&psc=1



Come si fa la spazzolatura?

Tutti i giorni preferibilmente al mattino prima della doccia, ma va bene anche alla sera.

E comunque almeno per 5/10 minuti al giorno.


Indicazioni per la spazzolatura:

-si parte sempre dalla parte destra del corpo e dal basso (piede destro)

-non bisogna essere nè troppo delicati da non sentire niente, nè troppo aggressivi da graffiarsi la pelle

-ogni passaggio va ripetuto per 3 volte in modo ritmico e armonico

Si parte dal mignolo del piede destro e si sale fino al ginocchio esterno

Dalle dita centrali del piedi fino al ginocchio

Dall’alluce destro fino all’interno ginocchio

Stessa cosa parte dietro della gamba destra.


Poi si parte dall’esterno ginocchio destro fino all’anca destra esterna

Dal ginocchio destro centrale fino all’inguine

Dal ginocchio interno fino all’inguine interno

Stessa cosa parte retro della gamba e del gluteo.


Si passa alla gamba sinistra. Prima dal mignolo sinistro fino al fino la ginocchio, poi di nuovo tutta la parte del ginocchio fino all’anca.

Avanti e dietro.


Una volta fatte entrambe le gambe si passa alla pancia.

Iniziare dall’anca destra, risalire alle costole e poi girando in senso orario passare alle costole sinistre, all’anca sinistra fino ad arrivare all’ombelico.


Passare dalla mano destra fino alla spalla destra, prima internamente, poi parte centrale e poi esterna.

Stessa cosa per il braccio sinistro:interno, centrale ed esterno.


Delicatamente passare intorno al seno destro e poi sinistro finendo sempre vicino alle spalle relative.

Passare poi sulla parte di fianco o (maniglia dell’amore) destro salendo verso la schiena su alla base del collo, poi centrale verso la base del collo e poi fianco sinistro fino al collo.


Attenzione su retro ginocchia, inguine, ascelle, seno/pettorali (uomini e donne!) e clavicole collo! Passare in maniera delicatissima o addirittura saltare la parte.

Sotto queste zone ci sono numerosi linfonodi che non vanno trattati o infiammati.


Una volta finita la spazzolatura?

Finita la spazzolatura si può fare una bella doccia oppure ci si può avvolgere in un comodo asciugamano e godersi le reazioni del corpo!


Perché viene chiamata Spazzolatura “a secco”?

Perche solitamente non viene usata sulla pelle bagnata o con spazzola bagnata. In alcuni casi pero, una volta a settimana, si può utilizzare la spazzola inumidendola con un po’ di acqua dove è stata versata qualche goccia di olio essenziale

Si possono usare oli essenziali?

A volte, non tutti i giorni, possiamo inumidire la spazzola con un pochino di acqua in cui abbiamo versato qualche goccia di olio essenziale.

Ecco qui alcuni che si possono usare e le proprietà che hanno:

-rosmarino (riscalda, aumenta la circolazione, purifica acne, risveglia ed è adatto al mattino)

-camomilla (lenisce, allevia il rossore, aiuta a sgonfiare la pancia e a calmare dolori di pancia o stress)

-lavanda (rilassa la mente ed il corpo, utile soprattutto la sera per dormire meglio, pulisce le energie e dona una visione più chiara)

-rosa mosqueta (aiuta a dare maggiore tono alla pelle, attenua smagliature e rughe, dona elasticità e collega con il femminile)

Come mantenere la spazzola con setole naturali in buono stato?

Dopo ogni spazzolatura il consiglio è quello di bagnarla con acqua corrente e lasciarla asciugare all’aria per bene. Quando vedete che le setole si iniziano a rovinare, allora è tempo di cambiare la pro spazzola. Una volta ogni 2/3 settimane si può anche lavare la propria spazzola con acqua dove è stato sciolto un bel cucchiaio pieno di bicarbonato, così da togliere eventuali odori o residui e lasciarla asciugare sempre all’aria.

Buona spazzolatura a tutti!


955 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti