Cerca

La Cristalloterapia

Un estratto dell'articolo su IoDonna.it


Parliamo di una terapia antichissima, i benefici della cristalloterapia erano conosciuti fin dalle civiltà del passato. Ricche di energie intrinseche, le pietre aiutano a riequilibrare corpo, mente e spirito, oltre ad avviare processi di autoguarigione


La Cristalloterapia è una pratica olistica che risale ai tempi antichi. Esistono moltissime descrizioni di questa pratica, alcune risalenti ai tempi degli antichi Egizi, degli Assiri, dei Babilonesi e dei Persiani. Ci sono delle tracce anche nella tradizione cinese fino al mondo classico, che ci ha tramandato svariate testimonianze filosofiche e alchemiche, come nel Naturalis Historia di Plinio il Vecchio o nel De Lapidibus, il primo trattato sull’uso dei cristalli di Teofrasto di Ereso. L’utilizzo di alcune pietre e cristalli per ritrovare benessere ed equilibrio è sempre stato insito nell’uomo

Non a caso, si parlava di questa pratica anche durante il Medioevo, in particolare nel trattato Physica, dove sono menzionate le proprietà curative dei cristalli e delle pietre per il corpo e lo spirito. E oggi sono molti i negozi in giro per il mondo specializzati in questa terapia olistica, come Spellbound Sky a Santa Monica, tra i preferiti di Cara Delevingne.


Come tutte le tecniche olistiche la Cristalloterapia aiuta a mantenere o ripristinare l’equilibrio della persona che, per cause esterne o interne, può perdere. Si raggiungono così traguardi migliorativi e di riequilibrio fisico, emozionale, mentale e spirituale

Il cristallo è infatti un catalizzatore e agisce armonizzando corpo, mente e spirito avviando anche dei processi di autoguarigione, la cosiddetta vix medicatrix naturae di Ippocrate secondo il quale gli organismi contengono in loro stessi innati poteri di auto-guarigione


Ogni momento quindi è buono per avvicinarsi a questa pratica «Nella nostra cultura occidentale spesso siamo abituati a occuparci di noi stessi quando stiamo male, quando sentiamo dolore o malessere. Sarebbe più facile invece iniziare a pensare a noi anche quando stiamo già bene, proprio per assicuraci di mantenere il nostro stato di benessere il più a lungo possibile


Durante una seduta, soprattutto se la prima, si inizia con una sorta di incontro conoscitivo in cui con la persona si affronta il motivo per cui si vuole iniziare il percorso. Individuata la causa, si crea un ambiente rilassante attraverso musica e incensi naturali e si pongono per almeno 15 minuti le pietre in punti ben precisi del corpo, per esempio sui Chakra, sui punti energetici oppure sui meridiani o su quelli usati per l’agopuntura.

La pietra agisce riequilibrando la zona da trattare. Le sedute possono anche essere miste, Cristalloterapia e Riflessologia plantare ad esempio, effettuate assieme per garantire il massimo beneficio al cliente. Alla fine la persona è estremamente rilassata e distesa e solitamente dopo 3-5 sedute il malessere è ridotto significativamente


Si instaura quindi un vero e proprio rapporto con le pietre, il cui potenziale energetico e curativo aumenta se restano a stretto contatto con noi.

Per questo sono scelte in base alle esigenze di ognuno, «il quarzo rosa è indicato per persone estremamente sensibili o delicate, per chi ha avuto sofferenze in amore e fa fatica a staccare dal passato, per chi ha “chiuso” il cuore dopo dolori forti. L’ematite invece lavora sul sangue, ne aiuta la cicatrizzazione e la pressione, migliora lo sviluppo dei globuli rossi e può aiutare in caso di lieve anemia mentre il quarzo citrino stimola la personale ambizione e stimola la creatività


Per leggere l'articolo completo clicca qui:

https://www.iodonna.it/benessere/salute-e-psicologia/2022/07/27/cristalloterapia-terapia-benefici-disciplina-benessere-come-funziona/

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti